Rischi

Lo sbiancamento anale è una recente tendenza che riguarda l’estetica del corpo che è iniziata a Los Angeles, California, e si è diffusa rapidamente in tutti gli Stati Uniti e ora anche in Europa. Alcuni uomini incoraggiano le loro donne ad effettuare questo tipo di trattamento in quanto zone genitali pulite e completamente rasate rendono più emozionante il loro rapporto di coppia. Oppure ci sono donne che scelgono di utilizzare prodotti per lo sbiancamento anale con il semplice obiettivo di voler unificare il tono della pelle dei genitali con il resto il corpo o, ancora, solo per moda, emulando le celebrità che già applicano questa procedura.

 Mentre inizialmente, lo sbiancamento anale è stato lanciato ed eseguito solo nei saloni di bellezza, ora è possibile acquistare dei kit per lo sbiancamento anale da fare autonomamente a casa propria. In sostanza, questi kit casalinghi consentono, a coloro che vogliono sbiancare la zona anale rendendola di un colore più chiaro, di eseguire questa procedura nella privacy e nel comfort della propria casa.

Ci sono due tipi di tecniche di sbiancamento anale. Il primo viene eseguito attraverso creme sbiancanti che riducono gradualmente  la pigmentazione della pelle, il secondo tipo di sbiancamento anale avviene attraverso il metodo laser. In ogni caso si consiglia il parere del proprio medico prima di effettuare una qualsiasi di queste procedure.

Tuttavia, come la popolarità e l’accessibilità dei prodotti per lo sbiancamento anale è aumentata vertiginosamente e in maniera rapida, non molto è stato detto sulla loro sicurezza. Purtroppo, molte aziende offrono trattamenti di sbiancamento anale che non sono sicuri da usare in quanto contengono un ingrediente potenzialmente mortale: l’idrochinone.

Molti sono i rischi nell'utilizzo dell'idrochinone per sbiancare l'ano

Usare l’idrochinone per lo sbiancamento anale è particolarmente rischioso

L’American Academy of Dermatology suggerisce che il trattamento con creme schiarenti della pelle che contengono ingredienti come l’idrochinone, i retinoidi, l’acido azelaico, l’acido cogico possono risultare efficaci. Ma l’uso eccessivo di questi prodotti può causare una condizione chiamata ocronosi, una colorazione scura e bluastra della zona trattata. Inoltre, molte aziende che producono e imbottigliano i loro prodotti per lo sbiancamento anale, lo fanno in ambienti sporchi, compromettendo la sicurezza di coloro che scelgono di utilizzare il loro prodotto. Questo è il motivo per cui è importante, prima di tutto, sapere cosa si sta comprando. Le aziende che non elencano gli ingredienti utilizzati nei loro prodotti dovrebbero essere assolutamente evitate. Questo perché l’azienda potrebbe cercare di nascondere il fatto che il loro prodotto contiene un ingrediente come l’idrochinone che, se da un lato rende efficace lo sbiancamento anale, dall’altro lato ha effetti altamente nocivi sulla salute e potrebbe causare gravi malattie come il cancro. Per questo motivo, l’idrochinone è stato bandito da tutti gli stati del mondo.

Un altro motivo per cui le aziende che vendono questi prodotti per lo sbiancamento anale decidono di non elencare i loro ingredienti, è perché i loro ingredienti non sono efficaci e sono, per lo più, inutili. Ecco perché è meglio acquistare solo prodotti sbiancanti anali da aziende che elencano, non solo i loro ingredienti, ma anche che producono i loro prodotti in condizioni di sicurezza e igiene.

Un’altra ragione per cui le persone che hanno acquistato prodotti per lo sbiancamento anale hanno avuto dei problemi, è perché non hanno seguito attentamente le istruzioni indicate. Tra queste persone vengono incluse coloro che sono troppo zelanti convinte che, applicando una quantità maggiore di prodotto per lo sbiancamento anale, ottengano un risultato migliore. Questo è assolutamente errato e da evitare in maniera assoluta in quanto potrebbe causare effetti drammatici. Purtroppo, coloro che scelgono questo percorso, spesso si auto-infliggono inutili irritazioni della pelle. E’ assolutamente fondamentale che si seguano le istruzioni indicate all’interno dei prodotti di sbiancamento anale per garantire la sicurezza della salute del proprio corpo.

Nel complesso, i kit di sbiancamento anale sono relativamente sicuri se usati correttamente. Anche se c’è qualche rischio, non è molto più che il rischio di danneggiare la vostra pelle quando si effettua una tintura per capelli fatta in casa. Se si sceglie di acquistare e utilizzare questo tipo di prodotto occorrerà semplicemente fare attenzione ed essere sicuri di seguire attentamente le istruzioni. Concludendo è indispensabile seguire tutte le indicazioni indicate sulla confezione del prodotto. In alcune persone, specialmente quelle con pelle sensibile, possono verificarsi reazioni di ipersensibilità. Per evitare questo, si consiglia di applicare una piccola quantità di prodotto nella parte interna per almeno 24 ore. Se l’area di test produce una grave irritazione o prurito, arrossamento, gonfiore o vesciche, non utilizzare il prodotto e contattare il medico. Se invece compare solo un leggero rossore, il trattamento di sbiancamento anale si potrà effettuare.

1 pensiero su “Rischi

Rispondi a segreti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *